Ljubljana

Cosa Troverai: 

Ljubljana è una capitale davvero piccola, siamo sui 300.000 abitanti, pulita e ordinata. La città è uno strano mix fra qualche residuo di architettura socialista di quando qui era ancora Yugoslavia e un centro storico fatto di palazzotti che ricordano di quando qui, una volta, c'era l'impero d'Austria. Pur avendo una propria identità ben marcata (gli sloveni ne vanno molto fieri), c'è una sorta di "velo" che ricorda l'Austria o anche l'Ungheria. Insomma, Ljubljana non è una di quelle città dove passerete una settimana, ma di sicuro è una tappa molto piacevole, sia per quelli che sono appena partiti dall'Italia, sia per quelli che invece stanno vagando per l'Europa dell'est. Non va dimenticato che la Slovenia è innanzitutto un paese alpino, con momtagne bellissime e foreste intonse. Per gli amanti del genere le Alpi Giulie offriranno una varietà di occasioni di trekking ed escursioni, a partire dal parco nazionale del Triglav, facilmente raggiungibile in treno dalla capitale. Ma il programma estivo di Ljubljana è denso di manifestazioni e di festival, che vale la pena di considerare.

La stazione centrale è abbastanza spoglia, come molte stazioni dei paesi ex-comunisti. Un punto informazioni, biglietteria, bar, un ufficio informazioni turistiche e poco più. Si raggiunge a piedi dal centro, si affaccia su una piazza in cui si trova anche la stazione degli autobus.

Slovenia

Le ferrovie slovene sono le Slovenske železnice, (logo sui vagoni SŽ, sito www.slozeleznice.si).

Treni a prenotazione obbligatoria:

  • Treni ICS (InterCitySlovenija), sulle tratte nazionali circa € 3,40 per la seconda classe,  circa € 5,10 per la prima classe. Il treno ICS corre 9 volte al giorno fra Ljubljana e  Maribor, una volta al giorno prosegue per Koper.
  • Treni internazionali (MV, mednarodni vlak)
  • EN, Euronight (ma non sempre, verificare in biglietteria caso per caso)

L'ufficio turistico sloveno principale si trova in pieno centro in Krekov trg 10, con abbondanza di informazioni e depliant. L'inglese è parlato correntemente, molto spesso anche l'italiano. Un altro ufficio del turismo si trova dentro la stazione centrale.

Il sito di riferimento è www.visitljubljana.com

L'aeroporto di Ljubljana si trova a circa 30 km dalla capitale, ci sono collegamenti di autobus che vi porteranno in 50 minuti. Principali compagnie di linea e qualche low cost, con collegamenti per l'Europa e in particolare per i paesi dei Balcani. Il sito è www.lju-airport.si

La stazione degli autobus si trova proprio di fronte alla stazione ferroviaria.

La città è piccolina e si gira bene a piedi. La zona pedonale è molto ampia, e quindi se c'è una bella giornata può essere piacevole girare in bici. Si possono noleggiare all'ufficio turistico oppure presso una delle tante stazioni del servizio di bici pubbliche Bicikelj, tutte le spiegazioni al sito http://en.bicikelj.si

L'autobus vi servirà solo per muovervi in periferia, perché il centro si gira tranquillamente a piedi. I trasporti pubblici pubblici sono gestiti dalla LPP e funzionano con una tessera ricaricabile del costo di 2 eur, la città è divisa a zone concentriche e il costo degl biglietto dipende da quante zone attraversate, ma in generale non andrete oltre la prima. Se acquistate la tessera all'ufficio turistico e la riportate con la ricevuta otterrete il rimborso dei 2 euro. Il sito è www.lpp.si/en

Ljubljana è piacevole in estate, dove può essere anche una giornata afosa, decisamente più fredda in inverno dove la neve è frequente e il freddo intenso.

Ostelli e ristorantini non mancano, basta girare per il centro ed evitare le trappole per turisti (ristoranti con le foto dei piatti etc.). Normalmente si spende abbastanza poco!

Hostel Ljubljana, ostello di catena HI un po' fuori dal centro (3km dalla stazione), molto moderno ed economico (13 euro a notte a testa). Si raggiunge in autobus (linee 5,9,13). Prenotazioni attraverso il sito www.hihostels.com

Ljubljana è una città piccola e piacevole, non ci sono particolari attrazioni, musei da non perdere etc. Tuttavia è piacevole farsi un giro per il centro, mangiare qualcosa, fermarsi in un parco, concedersi una merenda in qualche ricca pasticceria o fare una puntatina in una delle tante gallerie artistiche.

Nel centro della città scorre il fiume Ljubljanica, attraversato dal famoso Tromostovje (Ponte triplo), una delle icone della capitale slovena. Si tratta niente altro che di tre ponti estremamente vicini, ma l'insieme è pittoresco.

Palazzo della banca cooperativa, in pieno centro in Miklošičeva cesta 8 è un esempio dei tanti edifici curiosi del centro storico di Ljubljana, con la sua facciata colorata dipinta con motivi vistosi.

Castello di Ljubljana, sovrasta la città da una collina. Ci si sale con una comoda e panoramica funicolare, poi si può scendere tranquillamente a piedi con una bella passeggiata, oppure riprendere la funicolare. Il castello ha una chiara struttura medievale, spesso vi sono mostre e concerti ed offre un bellissimo panorama sulla città. L'ingresso al castello è gratuito, ma alcune parti (es. la torre) sono a pagamento. Il sito con tutte le informazioni è www.ljubljanskigrad.si

Ljubljana non presenta particolari problemi, tenete solo presente che nelle zone più periferiche della città i turisti sono meno frequenti e capiterà di incontrare qualche ubriaco o attaccabrighe, da cui in genere è sufficiente girare alla larga.

Se la natura è la vostra passione, potete dirigervi verso il parco naturale del Triglav, che include alcuni degli ambienti più belli delle Alpi Giulie, in questyo caso le stazioni di Jesenice o Bled saranno le vostre destinazioni. A Bled è bello fermarsi anche per una sola notte in campeggio e fare una passeggiata intorno al bellissimo lago azzurro, con l'isola nel mezzo. Altrimenti da Ljubljana potete proseguire verso la Germania e l'Austria (collegamenti giornalieri con Muünich e Vienna), oppure proseguire per BudapestBelgrado e il resto dei balcani, o anche diregervi a sud verso la costa croata se avete voglia del mare. I collegamenti per rientrare in Italia non sono semplicissimi, il passaggio da Trieste comprende un passaggio in taxi fino a Villa Opicina, altrimenti è preferibile passare per Villach, intercettando uno dei treni provenienti dall'Austria e diretti a Udine/Venezia. Un'alternativa molto pittoresca è percorrere la ferrovia Transalpina da Jesenice o Bled fino a Nova Goriča, dove una breve tragitto in autobus vi porterà a Gorizia.