Helsinki

Cosa Troverai: 

Definire Helsinki non è semplice: con alcuni tratti scandinavi (gli svedesi qui l'hanno fatta da padroni per lungo tempo), ma già in odor di Russia , di freddo, di distese asiatiche. La sensazione è di essere un po' a metà strada: da una parte il Baltico, l'Europa, la Svezia o le repubbliche baltiche, dall'altra la frontiera, le distese di foreste e laghi e poi la Russia. I tratti “orientali” si percepiscono già dalla ferrovia: qui lo scartamento - cioè la distanza fra i binari - non è quello Europeo ma appunto quello russo, leggermente più largo. La sauna, più calda di quella svedese, è un’istituzione e la lingua è assortamente incomprensibile, infatti appartiene ad un ceppo completamente diverso (in compagnia dell’ungherese) rispetto alle altre lingue europee. I tratti da città del nord Europa, ricca e ordinata, non mancano: ottimo trasporto pubblico, atmosfera molto tranquilla e silenziosa, pulizia, grande rispetto e attenzione per la natura conditi con parecchi edifici Art Nouveau e design nordico fatto di colori sgargianti e tanto bianco (chissà perché?!). Molto probabilmente non passerete una settimana ad Helsinki, basterà un giorno o due per farsi un’idea della città, ma la ricorderete come il punto di passaggio per ritornare in Europa se venite dal nord, per fare una puntatina nelle repubbliche baltiche o per lanciarvi ancora più a oriente, oltre l’InterRail verso la Russia. Non è neanche da scartare l’idea di fare un salto qui ad Helsinki se siete in Svezia: la nave che fa la spola con Stoccolma è la mitica “trombonave”, un vero must per ogni InterRailer.

Rautatieasema è la parola finlandese che sta per "stazione centrale". Da qui arrivano e partono tutti i treni per la Finlandia e le lunghe percorrenze verso la Russia. Austera ma ben attrezzata, ospita un ampio ufficio informazioni delle VR, le ferrovie finlandesi. La stazione è in pieno centro, se dovete andare al porto per imbarcarvi per la Svezia o l'Estonia (Viking Lines) dovrete camminare per meno di un chilometro. 

Finlandia

Le ferrovie finlandesi sono gestite dalla VR-Yhtymä Oy (simbolo sui treni VR), il sito  ufficiale è www.vr.fi

Treni nazionali:

  • Pendolino (S), treni ad alta velocità, prenotazione obbligatoria, il prezzo dipende dalla  distanza (seconda classe da € 2,63 a € 5,03; prima classe da € 3,55 a € 6,79)
  • Intercity (IC), prenotazione possibile ma non obbligatoria. Il prezzo dipende dalla  distanza (seconda classe da € 1,36 a € 4,17; prima classe da € 1,84 a € 5,63)
  • Intercity2 (IC2), come gli Intercity ma su percorsi più brevi
  • Express (P) Regional (H)

Treni internazionali (verificare in stazione, dovrebbero essere a prenotazione obbligatoria  e non interamente coperti dal pass InterRail):

  • Allegro (AE) collegamenti fra Helsinki e la Russia
  • Express (P) treno “Leo Tolstoj” per la Russia

L'ufficio delle informazioni turistiche (in finlandese Helsingin kaupungin matkailuneuvonta, sì ve l'avevamo detto che è una lingua difficile!) si trova in Pohjoisesplanadi 19, vicino al parco "Esplanadi", in pieno centro della città, non lontano dalla stazione né dal porto. Opuscoli e brochures in quantità. In estate è aperta una succursale in una specie di prefabbricato chiamato “Info Container”, vicino alla fontana sulla piazza del mercato centrale, nei pressi del porto. Troverete ad aiutarvi gli “Helsinki Helpers”, ragazzi con il gilet verde pisello, che sapranno darvi tutte le indicazioni che vi occorrono.

All’aeroporto di Helsinki-Vantaa è presente un ufficio turistico dedicato alla regione di Helsinki, dove è possibile prendere le brochures 24 ore al giorno anche in orario di chiusura. Quindi tenetelo presente se arrivate in questo aeroporto.

In ogni caso consultate il sito www.visithelsinki.fi dove potrete scaricare un sacco di brochures in .pdf davvero molto interessanti, da una guida a Helsinki in generale a cose più specifiche come le escursioni da fare in giornata intorno alla città. E nel paese della Nokia non potevano mancare le app dedicate alla capitale: è sufficiente collegarsi con il proprio smartphone al sito http://apps.hel.fi

L’aeroporto principale è quello di Helsinki-Vantaa e si trova a pochi chilometri dalla città. Collegato con la città con autobus e taxi (carucci) manca ancora il collegamento con il treno (atteso per il 2014), vi operano le principali compagnie di linea più qualche low-cost. Il sito dell’aeroporto è www.finavia.fi/en/helsinki-airport/

Tampere è l’aeroporto dell’omonima città, a circa 2 ore di treno da Helsinki. Non è servito direttamente dal treno, dovete quindi prendere un autobus per raggiungere la stazione. Vi operano la Finnair e diverse low-cost. Da valutare in quanto Tampere può essere una cittadina dove è piacevole spendere una mezza giornata.

Turku è un’altra opzione da considerare dato che ci operano diverse low-cost. L’aeroporto è a circa 8 km dal centro città (autobus per arrivarci) e da/per Helsinki sono circa 2 ore.

Lappeenranta è uno sperduto aeroporto in un’altrettanta sperduta località vicino al confine con la Russia, ma vi opera Ryanair con diversi voli per l’Europa fra cui Bergamo. Autobus per la stazione e poi treno per Helsinki (2 ore e mezzo, almeno). Attenzione perché è minuscolo e non sono attrezzati per il ghiaccio (strano ma vero), quindi il vostro volo in inverno potrebbe essere dirottato su un altro scalo.

La stazione degli autobus (Linja-autoasema) è in pieno centro, nel cosiddetto Kamppi Center, ci si arriva a piedi dalla stazione ferroviaria.

Helsinki si gira anche in bici, anche se non è un mezzo di trasporto particolarmente diffuso. Le piste ciclabili ci sono, ma ad esempio il servizio di bici pubbliche è stato dismesso qualche anno fa e non si sa se e quando verrà ripristinato. Però è disponibile un “Journey Planner” che vi permetterà di capire come arrivare in bici da un punto ad un altro. Lo trovate all’indirizzo http://pk.reittiopas.fi/en/

Il trasporto pubblico (autobus, tram, metropolitana, battelli) è gestito dalla HSL. I biglietti singoli costano € 2,20 dalle macchinette, di più se fatti a bordo. Il giornaliero viene € 8,00, sono disponibili anche abbonamenti per più giorni. Potete valutare anche la Helsinki card, che offre l’ingresso ai maggiori musei e incluse il trasporto pubblico illimitato, ma costa ben € 38,00 per 24 ore. Il sito con tutte le info è www.hsl.fi

In estate preparatevi a temperature medie intorno ai 20 gradi, ad una buona dose di umidità (siamo sul mare) e a repentini cambi del meteo (in genere cambia in peggio). In inverno il discorso è completamente diverso e bisogna essere ben attrezzati per il freddo, quindi vestiti a strati, scarpe resistenti al freddo e massima attenzione al ghiaccio. Se pensate di fare qualche escursione fuori città in inverno è consigliabile procurarsi un minimo di attrezzatura per la neve e il ghiaccio.

Mangiare a Helsinki non è difficile, ma ricordatevi che gli orari sono nordici: già le 20.00 sono un’ora tarda per mangiare fuori in Finlandia. Kebab e pizzerie al taglio abbondano, ma senza particolare charme. Altrimenti ci sono dei buoni supermercati e un mercato locale dove è possibile fare la spesa per poi prepararsi dei panini o cucinare in ostello. Il pernottamento è quasi esclusivamente in ostello, in alta stagione, ma anche intorno a capodanno è obbligatorio prenotare con qualche giorno di anticipo. Altrimenti, visti gli ottimi collegamenti, si può valutare di dormire in qualche città fuori Helsinki e poi muoversi con il treno.

Hostel Erottajanpuisto, ostello di catena HI si trova in pieno centro in Uudenmaankatu 9, non lontano dalla stazione ferroviaria e si raggiunge bene a piedi. Situato in un vecchio palazzo è un po' decadente, ma il personale è gentile. Le stanze non sono gran che, di certo nel nord Europa abbiamo visto ostelli migliori, ma per passare una notte va più che bene. Un po' approssimativi i servizi igienici, ma nel complesso abbastanza pulito. Si prenota dal sito www.hihostels.com Se cercate qualcosa di più tipicamente finalndese (design minimalista, sauna etc.) provate a vedere gli altri due ostelli di catena HI nelle vicinanze del porto.

HelpHostel, un altro ostello di catena HI, si trova in Linnankatu 3, sempre in centro ma più lontano dalla stazione ferroviaria (scarpinando un po' ci si arriva a piedi) e vicino alla cattedrale e al molo del porto da cui parte la Viking Line per Stoccolma. Molto piacevole, camere con letti veri e cucina comune. Prezzi a partire da circa 24 euro a testa per notte. Si prenota dal sito www.hihostels.com

Eurohostel, un altro ostello di catena HI non lontano dal Helphostel, quindi sempre in prossimità del porto, si trova in Linnankatu 9. Decisamente più attrezzato (cucina, ristorante, lavanderia, distributori automatici etc.), ma quindi anche più caro (si parte dai 27 euro a testa per notte). Ma se arrivate da qualche scorribanda nel nord e avete bisogno di una base "seria" con letti veri per riprendervi un po', allora questo è un posto da considerare. In più al mattino offre una sauna gratis, l'ideale per rigenerarsi! Se vi pesa camminare, tram 4 o 4t dal/per il centro città, si prenota dal solito www.hihostels.com

Stockmann è un grande magazzino di alto livello, ma nel seminterrato ha un buon supermercato. Non è il discount, ma è pieno di roba buona nel caso vogliate concedervi un panino ricco o cucinare una cena come si deve in ostello. Si trova in Aleksanterinkatu 52 non lontano dal parco Esplanadi.

Kauppatori o Market Square, è la piazza che si trova affacciata sul bacino est del porto,  quello da cui partono i collegamenti Viking Lines per la Svezia. Vi si tiene un mercatino a dire il vero abbastanza turistico, ma dove è possibile comprare qualcosa da mangiare anche se per lo più finlandese. 

Wanha kauppahalli, un mercato coperto proprio acanto a Kauppatori, lungo il porto (l'indirizzo è Eteläranta). Si tratta di un edificio stretto e lungo che ospita un'abbondante serie di chioschi che vendono ogni sorta di cibo, dai panini con i gamberetti, al salmone, alle pasticcerie, a dei piccoli bistrot se volete concedervi una zuppa e un'insalata. Molto caratteristico, anche se un po' turistico, è una buona soluzione per un pasto alternativo a base di qualcosa di tipico. Attenzione è in fase di restauro nel 2013, nel frattempo gli stand sono spostati nella Hietalahti Market Hall (Lönnrotinkatu 34).

Hietalahden Kauppahalli è un altro mercato coperto, molto fornito che si trova in Lönnrotinkatu 34 vicino al bacino sud del porto, quello da cui partono le navi per l'Estonia. Molti stand alimentari e non, è un altro posto dove fare una spesa a base di prodotti tipici.

HYY Ravintolat, dietro questo strano nome si nasconde una catena di bar e ristoranti gestita dall'unione studentesca dell'Università di Helsinki (sì avete capito bene, sono così facoltosi da gestire anche una catena di ristoranti). Si mangia bene e con poco, menu di tutti i tipi con attenzione anche ai vegetariani, vegani, chi vuole mangiare con poco o nessuno lattosio etc. Con una tessera studentesca dovreste riuscire anche ad avere un po' di sconto. Il sito su cui trovare quello più vicino è www.hyyravintolat.fi/en/unicafe/restaurants#citycenter, i più vicini al porto e alla stazione centrale sono ai seguenti indirizzi: Mannerheimintie 3, Yliopistonkatu 3, Fabianinkatu 33. In ogni caso il consiglio è di consultare il sito per verificare gli orari di apertura. 

Helsinki è una capitale, ma di dimensioni relativamente modeste (siamo sui 500.000 abitanti), si gira bene a piedi e ha una serie di cose da vedere, probabilmente non ha lo stesso fascino delle altre grandi città della Scandinavia, ma è facile da girare, pulita, civile. Anche una giornata o due passate vi lasceranno un buon ricordo. Ma soprattutto è il rapporto che c'è fra Helsinki, la natura e il mare: da qui è facile concedersi una passeggiata in un parco o una bella esplorazione delle isole davanti alla città. Sì perché Helsinki in questo è un po' come Stoccolma, davanti a sé ha un arcipelago di isolette grandi e piccole che si possono raggiungere facilmente in battello direttamente dal centro della città.

Suomenlinna è il nome di un'isola abbastanza grandicella che si trova proprio davanti alla città. Qui nel '700 gli svedesi hanno costruito una veria e propria fortezza sul mare, a difesa della città. Il modo più semplice per arrivarci è con il battello che parte dal porto, proprio davanti alla piazza del mercato (Market Square). Una volta sull'isola vi potete dedicare all'esplorazione della fortezza. Anche i non appassionati di roba militare si gusteranno il paesaggio, camminando su e giù fra le fortificazioni, le piazze d'armi e i cannoni lungo il mare.

Esplanadi è il parco più centrale e famoso della città. In estate qui è facilissimo incontrare un sacco di gente che si gode il sole e magari fa un pic nic. Visto che è a due passi da stazione e porto vale la pena farci un salto.

Kaivopuisto, un altro bel parco cittadino si trova all'estremità sud, affacciato sul mare. Ci si arriva costeggiando il bacino est del porto (quello da cui partono i collegamenti per la Svezia) ed è molto grande. Unisce la bellezza del parco al fatto di essere sul mare, per cui è bello godersi una passeggiata o un pic nic davanti all'arcipelago. Se siete sfaticati tram 3B o 3T.

Design District, se siete appassionati di design e architettura non ve lo potete far scappare! Il design finlandese è noto per la sua raffinatezza ed essenzialità, nomi come Alvar Aalto hanno fatto storia e lasciato testimonianze importantissime nell'architettura quanto nel designdi oggetti. Ad Helsinki troverete un sacco di negozi, a partire dai numerosi punti vendita di "iittala" - uno dei più rinomati marchi del design finlandese -, con oggetti e stile di ogni genere. Per avere un'idea di dove andare è utile consultare il sito http://designdistrict.fi/news 

Art Nouveau, sempre per gli appassionati di architettura: ad Helsinki ci sono numerosi esempi di questo stile a cavallo fra '800 e '900. Esistono itinerari da fare a piedi, ma anche in tram. Le linee 2 e 3 sono quelle che passano nei dintorni dei numerosi edifici Art Nouveau, un valido aiuto è la mappa in .pdf scaricabile qui http://www.hel.fi/hel2/kaumuseo/jugend/jugend_ratikka_en_ve.html

Nuuskio, parco nazionale, a pochi km dalla città gli appasionati dell'aria aperta e della natura selvaggia troveranno pane per i loro denti! Il parco nazionale di Nuuskio presenta infatti i tratti tipici della natura selvaggia finlandese: laghi, foreste, acquitrini (occhio alle zanzare, non hanno pietà!), il tutto intriso di muschio. L'animale simbolo del parco è lo scoiattolo volante, ma pare sia difficilissimo avvistarne uno! Il parco è facilmente accessibile dalla città con i mezzi pubblici: prendete la metropolitana fino a Espoo Centre e da qui l'autobus 85A per arrivare a Kattila, uno dei punti d'accesso del parco. Tuttavia l'ingresso principale, con il centro informazioni etc. è Haukkalampi, sempre sul percorso dello stesso autobus (attenzione, i percorsi in autobus valgono solo per la stagione estiva). Nel parco è anche possibile campeggiare nelle apposite aree, ma attenzione non sono attrezzate con bagni o altro ed è quindi indispensabile portarsi le provviste. Al sito ufficiale trovate tutte le informazioni circa i punti dove è possibile campeggiare, le aree di sosta attrezzate per cucinare e i punti di rifornimento acqua:

http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/nuuksio/Pages/Default.aspx

Come quasi tutte le città dell'Europa del Nord, Helsinki è una città relativamente sicura. Valgono quindi le solite precauzioni. Intorno alla stazione degli autobus e alla stazione ferroviaria sono segnalati fenomeni di borseggio, e in generale è più sicuro stare alla larga dalle persone palesemente ubriache (abbastanza comuni alla sera).

Helsinki non presenta problemi paticolari per i viaggiatori in solitaria. Alle informazioni turistiche o in ostello sapranno consigliarvi locali notturni, bar e pub dove conoscere nuove persone. Nei ristoranti e nei cafè universitari è possibile incontrare gli studenti locali, mentre per i più avventurieri ricordiamo che da Helsinki salpa la famosa "trombonave", la linea per Stoccolma che nella traversata del sabato sera (nei due sensi) diventa luogo di festa dove risulta particolarmente comune incontrare persone per scambi ehm... sentimentali (e oltre).

Nessuna avvertenza particolare, valgono gli stessi consigli di prudenza già elencati.

Essendo all'estremità meridionale della Finlandia, proiettata sul mare, da Helsinki è possibile proseguire verso molte tappe diverse. Nel raggio di un paio d'ore di treno potete fare una puntata a Tampere oppure a Turku. Proseguendo in treno verso Est vi dirigerete verso il confine russo, direzione San Pietroburgo e poi, volendo, Mosca. 

Se invece siete arrivati qui per mare dalla Svezia o dall'Europa continentale potete lanciarvi in treno verso nord (direzione Oulu), nell'esplorazione della Lapponia, dei suoi infiniti laghi e foreste, per poi magari entrare in Svezia via terra. Invece, se volete continuare il viaggio via mare potete dirigervi in Estonia a Tallin oppure in Svezia a Stoccolma (tenete presente che i possessori di pass InterRail godono di alcuni sconti alcune di queste tratte, verificate prima di partire).